Firebird ’70 Blackhawk

0
628

I ragazzi di eGarage… ne sanno una più del diavolo! Grazie a loro ho scoperto questa incazzusa Firebird del 1970, completamente restaurata e personalizzata da parte della All Speed Customs, specializzati nel recuperare le mitiche musclecar di una volta e renderle attuali senza stravolgere il carattare e l’estetica delle “nonnette”.

Il progetto Blackhawk aveva un solo scopo. Prendere una Firebird e trasformarla in una sportiva moderna. Capace di grandi prestazioni (ecchecavolo… ci mancherebbe solo che la lasciano con motore, freni e assetto stock… non sia mai!) ma che fosse utilizzabile con la praticità di una daily car. Infatti rispetto accessori dell’epoca, questa coupè vanta ad esempio un climatizzatore di ultima generazione, vetri elettrici e chiusura centralizzata e tutti quei gadgets che contraddistinguono il mercato dei giorni nostri.

L’abitino della Firebird è stato rivisto donandogli una bella dose di cattiveria e migliorando i flussi aerodinamici che investono l’auto.

Ma è nella meccanica che i nostri nuovi amici (eh sì… ora che li abbiamo scoperti, continueremo a seguire i loro lavori) hanno dedicato la maggior parte dei loro sforzi. Dopo una profonda elaborazione e due belle girelle, il V8 made in USA ha raggiunto bel 1200 cv! E non dimentichiamoci che questa car è stata concepita per essere usata tutti i giorni! Niente male davvero.

L’assetto monta un set di coilover regolabili in 3 posizioni, mentre la sfiga di tenere a bada i milleduecento cavalli durante le frenate è toccata un immenso set di freni Wilwood, con pinze a 6 pompanti davanti e 4 dietro. Belli grossi i cerchi, da 19×10 all’anteriore e 20×12,5 per l’asse posteriore.

Come direbbe il buon Homer Simpson, adesso gli interni sono diventati scicchettosi e curatissimi, nulla a che vedere con la Firebird originale.

Sul profilo Flickr di eGarage potrete trovare il resto della gallery!