Peugeot 208 T16 e 208 R2

0
217

Peugeot 208 T16 208 R2 1

Le Peugeot 208 T16 e 208 R2 sono pronte ad essere schierate da Peugeot Sport Italia. Per la nona volta (l’ottava consecutiva) Peugeot Italia si appresta ad iniziare una nuova stagione del Campionato Italiano Rally nel ruolo di detentrice del titolo Costruttori, con Paolo Andreucci (il pilota più titolato nel CIR) intenzionato a portare a dieci il numero degli scudetti vinti e cucire idealmente sulla tuta la sua prima stella. 

Peugeot 208 T16 e 208 R2 2

Oltre alla partecipazione al CIR con la 208 T16, il programma sportivo di Peugeot Italia prevede per la stagione 2016 la partecipazione al Campionato Italiano Rally Junior con la 208 R2 e con l’equipaggio Giuseppe Testa – Daniele Mangiarotti. La Casa francese si fa inoltre carico dell’organizzazione del Peugeot Competition, il trofeo promozionale riservato ai clienti sportivi, giunto alla 37esima edizione. Peugeot Italia schiererà al via del CIR 2016 la 208 T16. La vettura, al suo terzo anno di attività agonistica, sarà ancora una volta affidata all’equipaggio Paolo Andreucci – Anna Andreussi che l’ha portata alla vittoria nelle due ultime stagioni. L’anno scorso la 208 T16 di “Ucci – Ussi” si è aggiudicata quattro degli otto appuntamenti del CIR (Sanremo, Targa Florio, San Marino, Friuli) ed il secondo posto nella categoria WRC2 (ottavo assoluto) al Rally d’Italia – Sardegna, l’unica prova del Mondiale Rally disputata. Inoltre, ha vinto 40 delle 93 Prove Speciali previste dall’Italiano Rally.

Peugeot 208 T16 e 208 R2 3

Se nel 2014 il nostro obiettivo era essenzialmente di sviluppare al meglio l’allora debuttante 208 T16, l’anno scorsoabbiamo dimostrato che questa vettura ha il carattere della vincente.
Iniziamo la nuova stagione con ottimismo, per lottare, come sempre, per il gradino più alto del podio. Certo, la concorrenza non starà a guardare, pronta a darci filo da torcere, ma questo è il bello delle corse.  Comunque, noi
sappiamo di poter dire la nostra ancora una volta perché disponiamo di un’ottima vettura, del supporto di partner
tecnici importanti come Total e Pirelli e, perché no, di un equipaggio ancora sempre molto motivato.

Paolo Andreucci

Dopo l’esperienza vincente dell’anno scorso, anche in questa stagione il Leone riproporrà il Peugeot Rally Junior Team schierando, accanto alla 208 T16 di Andreucci – Andreussi, una 208 R2 che parteciperà al Campionato Italiano Rally Junior, serie riservata ai piloti Under 25.

Per il terzo anno Peugeot Italia scende in campo in prima persona nella formazione dei nostri futuri campioni, offrendo ad uno dei giovani equipaggi più promettenti l’opportunità di disputare un’intera stagione all’interno di una squadra ufficiale.
Ciò consentirà loro di acquisire una preparazione che sarà certamente utile nel proseguo della loro carriera, che gli auguro sia da professionisti. E’ un impegno importante per noi, anche da un punto di vista economico.
Per lo sport tricolore deve invece essere uno sprone a dar fiducia ed opportunità ai nostri giovani talenti per facilitarli nella crescita sportiva e nell’inserimento in campo internazionale dove il tricolore è oggi poco rappresentato

Eugenio Franzetti, Direttore comunicazioni Esterne PSA Italia

La 208 R2 del Peugeot Italia Rally Junior Team sarà affidata quest’anno a Giuseppe Testa (22 anni), navigato da Daniele Mangiarotti (30 anni).

Peugeot 208 T16 e 208 R2 4

Dire che sono felicissimo di essere entrato a far parte della famiglia Peugeot è dir poco. Nel 2015 sono stato selezionato dal Progetto Aci Team Italia grazie al quale ho partecipato a due gare del WRC
con la Peugeot 208 R2, ed ho anche preso il via del Campionato italiano rally Junior, sempre con la 208 R2. Lo scorso anno ho avuto vicino Paolo e Anna come tutor.
Quest’anno avrò la fortuna di poter condividere con loro tante sensazioni a caldo che sono sicuro arricchiranno tantissimo la mia crescita professionale e di vita.
Con Daniele, poi, c’è un ottimo rapporto e questo ci aiuterà molto in gara.

Giuseppe Testa

 

Essere con Giuseppe nel Team Peugeot Sport Italia, che insieme a Paolo e Anna ha vinto il nono scudetto Piloti e Costruttori Rally, è fantastico. Sarà bellissimo essere all’interno
di una squadra ufficiale, per me che ho sempre corso con team privati. Voglio assimilare quanto più possibile perché un’annata cosi ha un valore di crescita unico.
Non vedo l’ora di sedermi sulla nostra 208 R2 insieme a Giuseppe per poterci confrontare con Ucci e Ussi.

Daniele Mangiarotti

Peugeot 208 T16

Anche per il 2016 Peugeot Italia rinnova l’impegno a favore della propria clientela sportiva organizzando una nuova edizione del Peugeot Competition che, con i suoi 37 anni di attività, è in assoluto il più longevo trofeo promozionale nel settore rally. L’obiettivo del Marchio è soddisfare nel migliore dei modi la passione dei tanti piloti che corrono con le sue vetture che, nella scorsa stagione, hanno costituito un terzo degli iscritti totali ai rally italiani, con un incremento della presenza del Marchio di oltre il 7%: da 2.939 a 3.149 partenze nell’arco delle 143 gare a calendario (in media 22 vetture Peugeot schierate ad ogni gara). Complessivamente sono stati ben 1.660 i piloti che, nella passata stagione, hanno corso con una vettura del Leone. Nel 2015 al suo lunghissimo albo d’oro si sono aggiunte altre 32 vittorie assolute.

Peugeot 208 R2

Peugeot Competition è ben più di un trofeo promozionale. È da tempo il vivaio riconosciuto del rallismo italiano, quello che mette a disposizione degli iscritti una vera e propria “filiera”: vetture prestazionali, ma dai costi di gestione contenuti; promozione sui principali mezzi di comunicazione; premi per i migliori, utili per il proseguo della loro crescita agonistica. Sull’onda del successo riscosso dalla formula introdotta la scorsa stagione, Peugeot Competition coinvolgerà anche nel 2016 tutti i modelli del Marchio omologati per le competizioni, da quelli più anziani ma ancora competitivi come la 106, sino a quelli più recenti.

Peugeot 208 T16 2

Confermato la suddivisione in una fase preliminare (Peugeot Competition Regionale) e due finali (Peugeot Competition Rally e Peugeot Competition Top 208). Il Peugeot Competition Regionale sarà aperto a tutti i modelli e consentirà di acquisire punti per accedere alle fasi finali in tutti i rally a calendario CSAI nel periodo dal 1° marzo all’11 settembre. Il Peugeot Competition Rally, aperto a tutte le vetture del Leone ad eccezione della 208 R2B, si articolerà su cinque finali (Rally Race Alberto Alberti, Rally Bassano, Rally Event Letojanni, Rally Pistoia, Rally Como), al vincitore una Peugeot 208 GTi in uso per un anno. Riservato alle Peugeot 208 R2B, Peugeot Competition Top 208 stabilirà, nel confronto diretto nelle due gare di finale (Rally di Roma Capitale e Rally Due Valli, il vincitore assoluto a cui spetterà il premio più importante del trofeo: disputare il prestigioso Monza Rally Show di fine stagione da pilota ufficiale al volante della 208 T16 di Peugeot Italia).

Peugeot 208 R2 2

Scheda tecnica PEUGEOT 208 T16

Peugeot 208 T16 3

MOTORE
Tipo: EP6 CDT
Posizione: trasversale anteriore
Cilindrata: 1598 cc
Numero di cilindri: 4
Potenza (CV DIN): 280 CV a 6000 g/min
Coppia (Nm): 400 Nm a 2500 g/min
Regime massimo: 7500 g/min
Iniezione: diretta ad alta pressione Magneti Marelli
Aspirazione: monovalvola
Numero di valvole: 16
TRASMISSIONE
Trazione: 4 ruote motrici
Frizione: bidisco
Cambio: 5 marce a comando sequenziale
Differenziale: 2 differenziali autobloccanti
TELAIO
Struttura e materiali: scocca + centina di sicurezza tubolare
Sospensione anteriore: pseudo Mac Pherson
Sospensione posteriore: pseudo Mac Pherson
FRENI /STERZO
Freni anteriori: Alcon a 4 pistoni Ø 300 (terra) 355 (asfalto)
Freni posteriori: Alcon a 4 pistoni Ø 300 (terra) 355 (asfalto)
Sterzo: diretto ad assistenza idraulica
Cerchi: in alluminio monoblocco 8”x18” (asfalto) / 7“x15“ (terra)
Pneumatici: Pirelli asfalto 225x40x18; Pirelli terra 215x65x15
DIMENSIONI
Lunghezza: 3.962 mm
Larghezza: 1.820 mm
Passo: 2.560 mm
Peso minimo 1.200 kg asfalto / 1.200 kg terra

Scheda Tecnica Peugeot 208 R2

Peugeot 208 R2 3

MOTORE
Tipo: EP6C (pistoni, bielle, alberi a camme specifici).
Cilindrata: 1.598 cm3.
Alesaggio/corsa: 77 mm x 85,8 mm.
Potenza massima: 185 CV / 7800 g/min.
Coppia massima: 119 Nm / 6300 g/min.
Potenza specifica: 116 CV/litro.
Serbatoio: 60 litri.
Alimentazione: iniezione indiretta (Magneti Marelli), monovalvola
motorizzata.
Distribuzione: 2 alberi a camme in testa mossi da catena, con variazione
continua delle valvole d’aspirazione e di scarico.
CAMBIO
Cambio: sequenziale a 5 rapporti con comando meccanico, 3 rapporti
finali omologati.
Differenziale: autobloccante.
Frizione: a comando idraulico, monodisco cerametallico (Ø184 mm).
Trazione: anteriore.
FRENI / STERZO
Freni anteriori: pinze flottanti, dischi ventilati
– asfalto Ø310 x 30 mm
– terra Ø285 x 26 mm
pinza a 4 pistoncini a fissaggio radiale.
Freni posteriori: dischi pieni Ø290×8 mm
pinza a 2 pistoncini a fissaggio radiale.
Freno a mano: comando idraulico.
Servosterzo: idraulico.
SOSPENSIONI
Avantreno: pseudo McPherson, triangoli specifici con giunto uniball;
barra antirollio anteriore specifica intercambiabile
su cuscinetti lisci (3 tarature a scelta), puntoni specifici
in alluminio forgiato (regolazione campanatura
dal lato del perno).
Retrotreno: asse ad H rinforzato e modificato per barra antirollio
intercambiabile (3 tarature a scelta).
Ammortizzatori ant/post: specifici Öhlins a 3 vie + supporto idraulico regolabile.
TELAIO
Struttura: scocca rinforzata con centina multipoint saldata (norma FIA);
slitta specifica in acciaio.
Peso: minimo (norma FIA): 1.030 kg a vuoto, 1.180 kg con equipaggio.
Ripartizione ant/post: 64% / 36%.
DIMENSIONI
Lunghezza / larghezza: 3.962 mm / 1.739 mm.
Passo : 2.538 mm.
Carreggiata ant/post: 1.475 mm / 1.470 mm.
RUOTE
Cerchi: asfalto: 6,5 x 16; terra: 6 x15.

Peugeot 208 T16 4
Anche per il 2016 sono otto gli appuntamenti validi per la conquista dei titoli Costruttori e Piloti del Campionato Italiano Rally. Si parte a marzo con il Rally del Ciocco, seguito ad aprile dal Sanremo, poi a maggio due appuntamenti, con la Targa Florio (che festeggia la 100esima edizione) e con l’Adriatico . A luglio è tempo di Rally di San Marino, seguito a fine agosto dal Friuli Venezia Giulia. Poi, a settembre, il Rally di Roma Capitale e chiusura di stagione a Verona, con il Due Valli.

Questo il calendario del CIR 2016:
20 marzo 39° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio
10 aprile 63° Rally Sanremo
8 maggio 100^ Targa Florio
29 maggio 23° Rally Adriatico
10 luglio 44° Rally di San Marino
28 agosto 52° Rally del Friuli Venezia Giulia
25 settembre 4° Rally di Roma Capitale
16 ottobre 34° Rally Due Valli

 

 

 

 

Share:Email this to someonePin on PinterestTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Digg thisShare on TumblrShare on LinkedIn