Onboard camera McLaren 650S GT3 12H Bathurst 2016

0
623

McLaren 650S GT3 Bathurst 2016 Tekno Autosports

La stagione della McLaren 650S GT3 è iniziata nel migliore dei modi. Alla 12 Ore di Bathurst la supercar inglese ha fatto incetta di record sul giro e risultati. 

A sfruttare immediatamente tutto il potenziale dell’auto è stato il pilota neozelandese Shane Van Gisbergen del team Tekno Autosports. Nel turno di qualificazione ha strappato il record assoluto della pista, segnando un impressionante 2:01.286. L’unico pilota capace di impensierirlo è stato René Rast. Il pilota Audi R8 del Team Jamec Pem, fresco vincitore una settimana prima della 24 Ore di Daytona nella classe GTD con l’R8 del Team Magnus Racing, non è riuscito ad andare oltre il 2:01.840, oltre mezzo secondo più lento. Ma l’eccellente stato di forma della McLaren è confermato dal terzo tempo, segnato da Warren Luff a bordo della 650s GT3 gestita dal Team Objective Racing, più lento di Rast di soli 4millesimi. A onor del vero, anche la quinta e sesta posizione della griglia di partenza sono state monopolizzate dalle auto di Woking. Il Team Darrell Lea ha piazzato Will Davison 5° e Craig Baird 6°.

La gara è stata tirata e sofferta. Molti i cambi di posizione al vertice, anzi possiamo dire che i top team si sono alternati tutti quanti al comando. Per l’equipaggio di punta del Tekno Autosports (Shane van Gisbergen, Alvaro Parente e Jonathan Webb) i colpi di scena non sono mancati. Shane ha nuovamente fatto segnare il best lap della gara e il miglior crono in assoluto. Durante il turno di Alvaro Parente, il portoghese è stato costretto a fermare la sua 650S lungo il rettilineo di partenza e resettare le centraline perché la gestione elettronica del cambio era andata in tilt. Nel corso del suo ultimo stint van Gisbergen è incappato in un drive trough a causa dell’elevata velocità con cui ha percorso la pitlane. Ma non è tutto, nel finale di gara ha dovuto guardarsi le spalle dal ritorno in gran carriera della Nissan GTR R35 GT3 ufficiale (Katsumasa Chiyo, Rick Kelly and Florian Strauss) guidata da Katsumasa Chiyo. Sul traguardo solo un secondo dividerà i due piloti. Terzo classificato il team M-Sport con la Bentley Continental GT3 condotta Matt Bell, StevenKane e Guy Smith. Un risultato positivo per il team inglese che lo scorso anno perse il podio proprio all’ultima curva mentre era in testa. Quest’anno i progressi della Continental sono stati evidenti. Il motore continua ad essere il suo punto di forza ma rispetto lo scorso anno sono migliorate di molto l’agilità e l’inserimento in curva. Chi ha visto la precedente edizione ricorderà che la Bentley faceva da tappo nel tratto guidato e allungava nei rettilinei. Quest’anno i ragazzi della M-Sport non avevano problemi a tenere il passo dei primi tra i muretti di Mount Panorama.

Team Tekno Autosports McLaren 650S GT3 podium