Focus on Ginevra 2015

0
516

Salone di Ginevra-21

Il 4 marzo siamo andati all’85esima edizione del Salone dell’Automobile di Ginevra per rifarci un po’ gli occhi, incontrare tanti amici e vedere finalmente sotto i riflettori le due bimbe di Jim Glickenhaus, la SCG 003C e SC 003S.

Salone di Ginevra-134

La kermesse elvetica si riconferma, non che ce ne fosse bisogno, come punto di riferimento per l’automotive continentale e non. Sono tante le novità assolute e le anteprime europee che si possono trovare lungo gli 80mila mq di esposizione del PalaExpo. Ovviamente non ve le mostriamo tutte, ci sono tanti altri blog che stanno facendo un lavoro eccellente. E poi insomma, chissenefrega! Siamo Track|FEVER e qui si postano soltanto automobili cazzute! Carina la Renault Kadjar, siamo certi che Quattroruote la vivisezionerà al meglio. Noi si preferisce la Mx5!

Salone di Ginevra-220

Non staremo ad annoiarvi con analisi di mercato, del perché quest’anno c’è stata una massiccia presenza di hypercar, supercar, gt, berline pepate, compatte incazzate e superleggere da trackday. Puntiamo al sodo, una breve carrellata di foto per ingolosirvi e le info necessarie per arrivare a Ginevra e godervi lo show.

Salone di Ginevra-224

Certo certo, non mancheranno gli articoli dedicati, Stefano non è impazzito per nulla e, debutto assoluto per le nostre pagine virtuali, un post con le gnocche di Ginevra. Sarà l’aria di festa, saranno le parole del Sommo Maestro a condizionarci, ma questa volta sgarriamo alla regola “niente modelle perché è facile raccogliere consensi così”!

Salone di Ginevra-299

Il Palaexpo è facilmente raggiungibile con ogni mezzo.

In treno. Il salone non dista molto dalla stazione ferroviaria e bastano 5 minuti di camminata per raggiungere l’ingresso dal gate 7.

In aereo. L’aeroporto di Ginevra è adiacente il PalaExpo e sono sufficienti 10 minuti a piedi per raggiungere l’ingresso principale.

In auto. Non fate questa cazzata. Viaggiare in auto è comodo perché non ci sono vincoli di orari e coincidenze da rispettare ma se sbagliate l’orario di partenza è la fine. Noi siamo andati il 4 marzo, giorno di apertura riservato alla stampa e arrivati a Ginevra, abbiamo impiegato oltre 2 per parcheggiare ed entrare in fiera. Dovevamo arrivare per le 9, siamo entrati alle 11:30! Però, se siete meglio organizzati o volete sfidare la sorte, sappiate che ci sono 2 modi comodi comodi per arrivare all’Expo. Passando per il Traforo del Monte Bianco, spenderete poco meno di 56€ per il ticket di andata e ritorno dal traforo e 6€ di autostrada passando per la Francia. Noi abbiamo scelto questa soluzione e ci siamo trovati molto bene. Zero traffico, zero sbatta e strade in condizioni ottime. E’ stato quasi un peccato averle percorse col nostro Cherokee!

In auto II. E’ possibile anche percorrere il Traforo del Gran San Bernardo. In questo bisogna fare attenzione a due cose. La prima, conservando il ticket di andata (27€ circa) e il biglietto del Salone, potrete usufruire dell’offerta che prevede il passaggio gratuito di rientro in Italia (naturalmente dal Gran San Bernardo). Vi basterà consegnare i due biglietti alla cassa. E’ ottima offerta e abbiamo scoperto che durante l’anno è attiva in occasione di diverse altre manifestazioni. Per info qui. Scegliendo di passare per il Gran San Bernardo dovrete mettere in conto di pagare la vignetta di accesso alle autostrade Svizzere. Costa 44€ e vale un anno. Potete anche evitare le autostrade e seguire le statali a quel punto non sappiamo quanto il gioco possa valere la candela.

Mezzi pubblici. Può essere furbo fare 2 giorni a Ginevra. Se poi andate su con la vostra donna siete a cavallo. Ne uscirete da eroi. Il primo giorno visita della città, davvero molto bella. Con la vostra ragazza impegnata a guardare le vetrine dei negozi voi potrete distrarvi con le tante supercar che circolano per la città. Sappiate però che se siete dei carspotters avete appena vinto tutto il nostro disprezzo! La linea 5 del servizio pullman consente di raggiungere l’aeroporto/PalaExpo in 20 minuti. E non avrete problemi a cercar parcheggio. Anche gli altri pullman passano per l’Expo, qui per info.

Salone di Ginevra-272

Per le prossime edizioni vi consigliamo anche di valutare l’ipotesi pullman. Ormai sono tante le agenzie di viaggio e compagnie di trasporti private che organizzano, a prezzi davvero competitivi, il viaggio verso Ginevra. In auto abbiamo speso un centinaio di € tra gasolio, traforo e autostrada. Per i torinesi come noi, ad esempio, in agenzia si spende 50-60€ compreso il biglietto di ingresso al PalaExpo.

 

Sul sito del Salone troverete tutte le informazioni di cui avete bisogno e indicazioni per accedere alla scontistica.