Lamborghini Huracan GT3

0
455

lamborghini-huracan-gt3-racecar-06

La sfacciata audacia della Huracan approda nelle competizioni di classe GT3, più precisamente nel Blancpain Endurance Series. In Lamborghini sono stati magnanimi con le coronarie di tutti gli appassionati. Dopo la presentazione della Huracan LP620-2 Super Trofeo, la bestiaccia riservata al Monomarca di Casa, ci hanno lasciato il tempo di assimilarne le forme, di stabilizzare il battito cardiaco prima di sconvolgerci di nuovo con questa pazzesca interpretazione del regolamento GT.

2015 Lamborghini Huracan GT3 Racecar

Il colore scelto non deve stupire, magnanimi e furbi a Sant’Agata. Tavolozza dei colori aperta sulla scrivania, l’unica, ovvia, scelta non poteva che ricadere sul verde, come Hulk! Ed in effetti così larga e cattiva, la Huracan GT3 ci ricorda davvero tanto il super eroe della Marvel. Bruce Banner la vittoria è tua, l’Aventador di Bruce Wayne non può reggere il confronto.

Contrariamente a quanto accaduto con la vecchia Gallardo, realizzata per mano dei tecnici della tedesca Reiter Engineering, l’Huracan GT3 vede l’impegno in prima linea della Casa Madre che si è avvalsa della collaborazione della Dallara Engineering, la factory del grande Giampaolo Dallara. I primi lavori si sono concentrati sulla scocca, di derivazione Audi R8 e impreziosita di componenti in carbonio soprattutto al retrotreno e nell’area attorno al serbatoio del carburante, e nella dispozione dei componenti accessori. L’avantreno ad esempio ospita un radiatore per il raffreddamento del motore di grandi dimensioni e che “scarica” l’aria calda attraverso il grande sfogo sul cofano. Il retrotreno ha subito le modifiche maggiori visto che è stato ridisegnato per ospitare il nuovo cambio e il diffusore aerodinamico. Il bodykit della carrozzeria rappresenta un vero e proprio compromesso tra le esigenze di una migliore efficienza aerodinamica, le direttive del marketing Lambo (la vettura doveva differire dalla 620-2 Super Trofeo pur mantenendo un certo family feeling) e ovviamente i paletti imposti dal regolamento GT3. Una particolare cura è stata riservata ai flussi caldi provenienti dai radiatori e dai freni. Il motore è il V10 che troviamo nel modello di serie e accreditato di 610cv. Il cambio dispone di 6 rapporti con azionamento sequenziale ed utilizza una frizione tridisco. L’impianto frenante, firmato Brembo, prevede per l’asse anteriore pinze a 6 pompanti coadiuvate da dischi da 380mm mentre al posteriore la pinza a 4 pompanti lavora su un disco di 355mm. Come da fiches, troviamo l’abs (con 12 diverse mappature disponibili) e il traction control, sviluppati dalla Bosch, che si è presa carico della gestione del motore e cambio. A completare il corredo tecnico, gli pneumatici sono Pirelli da 315/680 per le ruote anteriori e 325/705 per quelle posteriori. Il peso si attesta sui 1230kg, con una ripartizione dei pesi che grava per il 58% sull’asse posteriore. Il lavoro di sviluppo in pista è stato curato da Giorgio Sanna, storico pilota e collaudatore Lamborghini che ha deciso di dedicare anima e corpo alla Huracan GT3.

2015 Lamborghini Huracan GT3 Racecar

A marzo ci saranno i test prestagionali al Paul Richard con tutte le auto coinvolte nel Blancpain Endurance Series. Questo test sarà fondamentale per stabilile il BoP 2015 (Balance of Performance, ovvero quella porcata che penalizza chi ha lavorato sodo durante l’inverno anziché aiutare chi si è dimostrato in difficoltà a reggere il passo dei migliori) e il livello di competitività raggiunto dalla Hu(lk)racan. Due sono le vetture previste per questa stagione inaugurale, gestite entrambe da Grasser Racing Team. La vettura di riferimento vedrà alternarsi a volante Fabio Babini, Mirko Bortolotti e Adrian Zaugg. I talenti Lamborghini del Young Drivers Program (Jeroen Mul, Andrew Palmer e Giovanni Venturini) guideranno la seconda auto schierata.

2015 Lamborghini Huracan GT3 Racecar

Questa stagione servirà per raccogliere dati utili allo sviluppo dell’auto in chiave 2016 e mostrare la bontà del progetto a potenziali team impiegati nei campionati nazionali. A Sant’Agata contano di venderne 15 quest’anno e voci piuttosto insistenti danno per certo l’interessamento da parte del nostrano team Antonelli Motorsport a due vetture da schierare nel Campionato Italiano GT 2016. Noi certamente non vediamo l’ora di vederla in azione nella tappa di Monza del BES l’11e 12 Aprile, sperando di incontrarla di nuovo in tanti altri campionati. Con l’avvio del programma GT3, i giovani Edoardo Piscopo e Milos Pavlovic, trionfatori del Super Trofeo 2014 e delle finalissime mondiali “World Final” in classe PRO dispustate a Sepang lo scorso novembre, vengono promossi a tester ufficiali. Questo 2015 per loro sarà davvero lungo e intenso!

lamborghini-huracan-gt3-racecar-05