Top Downforce, Breaking News!

0
17

Track Fever - Top Downforce Breaking News - 1

Il progetto della Impreza più folle d’Italia, prosegue, eccome se prosegue! Ci eravamo lasciati all’ultima puntata aerodinamica con l’annuncio di un confronto tra i dati delle simulazioni aerodinamiche con i dati della galleria del vento di due auto del time attack inglese e…

…e invece vi tocca aspettare!

Non è cattiveria, ma l’ultimo pacchetto aerodinamico simulato è troppo esagerato per essere messo da parte per una sfida con la “vecchia versione”. E quindi, com’è cambiata? Davanti è cambiato praticamente tutto. Via la soluzione “spalaneve” e montata la soluzione battezzata “squalo martello”. Le immagini parlano da sole. L’indicatore della follia, sbatte prepotentemente sul fondo scala! Ma perché si è stravolto tutto? La risposta è quasi banale. Il modello spalaneve non è abbastanza estremo, in poche parole, da poco carico davanti, e questa Impreza deve essere in grado di arare la pista, non solo di morderla. Il profilo alare anteriore della vecchia soluzione è impossibile da far lavorare in modo efficace perché è in una zona in cui il flusso è già parzialmente rallentato dall’impatto dell’aria sul muso della vettura. Inoltre la bolla in pressione sopra lo splitter, va a disturbare la zona in depressione sotto l’ala riducendone ulteriormente il carico. In definitiva, bella soluzione, ma noi vogliamo più carico!!!

Quindi siamo partiti dal concetto “classico” di canard e lo abbiamo spinto ad un livello mai visto prima. Quelli delle normali vetture GT sono talmente piccoli da farci tenerezza e pensiamo che quelli della Tilton EVO che ha vinto il WTA, siano un po’ piccolini. Per cui come canard per avere il massimo carico abbiamo 4 profili alari in sequenza, dove il primo accelera il flusso per il secondo, il secondo per il terzo e così via. In più la zona laterale del muso amplifica ulteriormente questo effetto, perché il flusso che ha rallentato scontrandosi con il paraurti anteriore, riaccelera prepotentemente proprio dove sono messi i canard!

Track Fever - Top Downforce Breaking News - 2

Quest’ultima release, inoltre ha anche l’unica cosa che non era ancora stata implementata, il fondo venturi! Era l’ultimo dei grossi componenti a mancare per poter dire di avere un aerokit completo (…ed era anche ora direte voi!). Come detto nelle “puntate precedenti”, abbiamo aspettato di avere la parte superiore della Subby ad un buon stadio di sviluppo prima di implementarlo. Anche perché solo di un banale fondo piatto non ci volevamo accontentare, per cui adesso abbiamo un vero venturi, con un imbocco sotto lo splitter anteriore che accelera il flusso sotto la macchina, minigonne divergenti per aumentare la zona di bassa pressione sotto l’assale anteriore e la parte centrale, e un bell’estrattorone scalinato per caricare l’assale posteriore. Come sempre la parte più delicata è l’estrattore (o diffusore). Poco inclinato è poco efficace, troppo inclinato, stalla il flusso, e l’estrattore diventa utile come un accendino senza gas. In più a complicare la faccenda, le ruote posteriori creano una zona in pressione turbolenta. Per questo, l’estrattore è più inclinato al centro e meno ai lati. Nella zona centrale il flusso è molto veloce e pulito e rimane bello aderente alla superficie più inclinata. Ai lati invece il flusso più disturbato, ha bisogno di una minore inclinazione per non stallare e perdere di efficacia. Completano il pacchetto, le paratie verticali. Evitano che la zona a minor pressione al centro, veda vanificato tutto il suo bel lavoro dalla pressione più alta all’esterno.

Al posteriore è stata leggermente allargata l’ala triplano a 203 cm, in modo da arrivare a quello che è il limite regolamentare del mondiale time attack.

Track Fever - Top Downforce Breaking News - 3

Ma via alla danza dei numeri che piacciono tanto ai nerd!

Le simulazioni (come tutte le precedenti) sono fatte a 140 km/h. Visto che qua si parla di “Top Downforce”, partiamo dal valore di deportanza: 447 kg!!!

Si, avete letto bene. Quel valore fa impallidire i 247 kg della versione spalaneve senza fondo venturi. Il coefficiente di portanza ora arriva a -1,94! Ve la ricordate la pubblicità della Mercedes SLS che va a testa in giù nel tunnel? Con questa aerodinamica potremmo viaggiare appiccicati al soffitto a circa 225 km/h, e addio traffico!!!

Per l’aumento della superficie frontale dello squalo martello, la resistenza è aumentata di circa il 16% seppur con un Cx quasi invariato che si assesta a 0,80, quindi andando a calcolarci l’efficienza si scopre un valore di -2,42 (oltre una volta e mezzo in più). Ma come abbiamo sempre detto, uno dei nostri cavalli di battaglia, vuole essere l’equilibrio del carico tra anteriore e posteriore. Anche qua il passo in avanti è stato enorme. Con questo ultimo step, il bilanciamento del carico aerodinamico è 34,4% all’anteriore e 65,6% al posteriore, oramai abbastanza vicino alla distribuzione ottimale 40-60 per poter giocare come bambini festosi sull’equilibrio tra sottosterzo e sovrasterzo!

Track Fever - Top Downforce Breaking News - 4

Ora questi numeri sembrano un po’ inutili, ma capirete nel confronto con le altre auto del time attack inglese cosa vogliono dire nel prossimo articolo su questo spettacolare progetto del nostro amico Matteo!

Stay tuned!!!

 

Share:Email this to someonePin on PinterestTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Digg thisShare on TumblrShare on LinkedIn