Paul Walker, rest in peace se ti riesce.

0
601

paul-walker

Onestamente, basta. Diamoci un taglio.

Quando è mancato Paul non abbiamo mai preso in considerazione l’idea di scrivere qualcosa su di lui. Ci siamo limitati ad un semplice messaggio nella nostra fanpage e poco altro. Probabilmente avremmo potuto fare meglio, col senno di poi. Lo abbiamo sempre considerato uno di noi, con la sua fissa per le Skyline, con la voglia di guidare ogni mezzo e il bisogno di sporcarsi le mani trafficando dentro il vano motore delle proprie bimbe. Sì, potevamo fare di più ma non ci siamo riusciti. Lo sconforto ha preso il sopravvento e, purtroppo, ha immediatamente lasciato il posto alla rabbia. Scusate, all’incazzatura. Ci siamo veramente imminchiati e adesso, a poche settimane dal fattaccio, non ne possiamo veramente più. Ora sbottiamo!

paul walker gtr r35 mines

Siete abituati a leggere i nostri deliri quando vi raccontiamo i nostri incontri automotive che non vi scandalizzerete nel leggere che tutti questi sciacalli, spuntati in ogni dove, ci hanno completamente, definitivamente, frantumato i coglioni. Ora basta. La morte è un business che non appartiene solo ai becchini e se il morto è un vip, tanto meglio, parte la gara a chi riesce a trarne il miglior profitto.

Paul Walker mines gtr

Da articoli cuciti ad hoc, a “raduni nel ricordo” impreziositi da striscioni piazzati in posizioni tattiche per poter dire “noi c’eravamo” (e sto cazzo, aggiungiamo noi) e spariti subito dopo le immancabili foto di rito realizzate ad uso e consumo di suini senza arte né parte. Senza dimenticare i video con le sue auto, usate nei film o realmente in suo possesso. Ci s’inventa di tutto pur di prendere parte al teatrino. Del resto è pubblicità gratuita, pubblicità preziosa perché abbraccia il target di pubblico a cui si tenta di rivolgersi e che torna utile per lavorarsi qualche sponsor. Il giochino è semplice, sfrutti l’occasione per incrementare i contatti e quanti più ne realizzi maggiore è il potere di trattativa davanti a potenziali sponsor. Basta cavalcare l’onda emotiva di un attore, un amico, amato in tutto il Mondo che purtroppo ci ha lasciati.

paul-walker-fast-and-furious

Ci siamo ritrovati per le mani articoli di ogni genere. Tesi complottistiche – Paul faceva beneficenza ed era ovviamente un personaggio scomodo ai grandi poteri occulti -,  trovata pubblicitaria per il nuovo Fast & Furious 7, morte inscenata perché essere ricchi e belli è troppo stressante e tante altre cagate che non abbiamo voglia di elencare. Ci vergogniamo solo al pensiero di riportarle tutte. Certo, succede sempre così quando viene a mancare un personaggio famoso. Da Elvis, morto senza morire, l’elenco è vasto quanto infinito. E continuerà a crescere.

Paul Walker 2

Quello che però ci amareggia (no no siamo proprio incazzati) è che le peggiori porcate sulla morte di Paul arrivano proprio dal nostro Mondo e da chi prova a trasformare in professione la passione per i motori. Avviate il blu-ray del primo F&F che avete sotto mano e fate caso ai dialoghi. Uno qualsiasi eh… tanto uno vale l’altro. Quali sono le parole che vengono ripetute più spesso? Eccole:

– cazzo
– famiglia
– prendi il volante

Ora, su cazzo e prendi il volante c’è poco da aggiungere ma su famiglia… dai hanno girato 6 film su questo concetto e altri 3 arriveranno a breve.
Il primo capitolo della serie è arrivato in un momento di grande fermento. Con l’adsl che proponeva i primi contratti flat, online nascevano forum, club, si conoscevano appassionati di ogni dove e si cercava di partecipare a quanti più ritrovi nel fine settimana. Certo, col primo film sono anche arrivati i neon sottoscocca, le luci di posizione colorate e kit estetici degni del Carnevale di Viareggio ma quel concetto di famiglia allargata, formata per merito di una passione comune, è sempre stato presente e ne rappresentava il punto di forza. Assieme alla Civic nera che correva sotto al rimorchio, ovviamente! Tutta la saga ruota attorno alla famiglia. Nella realtà, la morte di Paul ci dimostra che le cose non sono così rosee e anche nel nostro ambiente gli sciacalli non mancano. Basta un minimo spiraglio di notorietà e parole come amicizia, passione e condivisione se ne vanno allegramente a fanculo, finite nel dimenticatoio.

fast_and_furious_6-wide

Di tutto il cast e degli attori che si sono avvicendati in questi primi 14 anni, Paul Walker si è dimostrato subito essere l’unico a vivere realmente per i motori, soprattutto fuori dal set. Film a parte, non era difficile beccarlo a qualche gara, track day o a far visita ai preparatori più famosi. Era e rimarrà un amico proprio per questo, grazie a quel legame che unisce le persone che condividono un interesse comune. Questi continui, patetici, tentavi di sfruttarne la memoria per trarne profitto, per strappare un like in più su FB sono imbarazzanti e vergognosi. E diventano inaccettabili se a compierli sono, a questo punto, degli pseudo car enthusiast. Gentaglia insomma.

Paul Walker Mines GTR 2

Oltre che indispettiti (naa… incazzati) siamo anche dei babbei, evidentemente. Perché non vogliamo cadere nel tranello del “dai facciamo un articolo di protesta e lo farciamo con tante parolacce messe a caz… ehm caso così raccogliamo tanti accessi”. Questi modi di fare non ci appartengono. Incazzati e babbei sfruttiamo questo spazio per sfogarci. I like facili li lasciamo a chi non ha argomenti da proporre. Se apprezzate il nostro operato, invece di condividere questo sfogo, vi preghiamo, condividete qualunque altro nostro articolo. Che è stato fatto per raccontarvi un’avventura, condividere una storia. Scritto con il cuore senza pensare al portafoglio.

paul-walker7

Ci piacerebbe conoscere il vostro punto di vista, potete farlo in ogni modo tanto  i canali per entrare in contatto con noi sono i soliti. Soprattutto la nostra mail wewantyou@trackfever.eu, più discreta e informale. Però badate bene, se siete tra quelli che nei social network hanno aderito a catene del tipo “condivi la sua foto se vuoi che fosse ancora vivo”… beh lasciate perdere. Risparmiamo tutti tempo, non fate per noi e questo non è posto per voi, cliccate la X rossa in alto a desta e chiudete questa pagina. Senza offesa eh ma a volte serve essere pratici.