XKR-S GT: Una Jaguar da trackday?

0
879

La XKR-S non è più il modello incattivito della Jaguar!

jaguar-xkr-s-gt_4

Dopo l’M3 GTS di BMW, la Porsche GT3 RS 4.0 e perché no, la C63 AMG Black Series, anche Jaguar debutta nel Mondo delle special in serie limitata attrezzate per i weekend in pista. Realizzata in soli 30 esemplari, questa Jag è il frutto del lavoro di ottimizzazione della già ottima XKR-S da parte della divisione speciale ETO (Engineered To Order).

jaguar-xkr-s-gt_5

Da quando è stato avviato il programma “R Performance”, 25 anni fa, questa è la vettura più performante ed esclusiva che sia mai stata prodotta. Della classe ed eleganza che contraddistingue il Costruttore di Coventry non c’è traccia anzi sembra uscita dall’officina di un tuner giapponese con lo spoilerone posteriore e i flaps anteriori in carbonio.

jaguar-xkr-s-gt_6

Il motore è un V8 di 5 litri Supercharged da 550 cavalli e 680 NM di coppia che già equipaggia la XKR-S. Anche  il cambio è una vecchia conoscenza, trattandosi del solido automatico/sequenziale a 6 rapporti della ZF usato anche… già già.

jaguar-xkr-s-gt_10

Quello che davvero è cambiato è l’assetto. La carreggiata anteriore è aumentata di ben 52mm , le ruote hanno diversa campanatura, la scatola di sterzo è stata sostituita con un modello più diretto, bracci, boccole e cuscinetti son quelli della – FANTASTICA – F-Type. Le molle risultano più dure e il sistema Jaguar Adaptive Dynamics, che varia le regolazioni degli ammortizzatori adattandosi alle condizioni della strada e alla condotta di guida gode di una diversa taratura, molto più rigida, che esalta il comportamento dinamico della vettura.

jaguar-xkr-s-gt-slide

I freni sfruttano l’ormai immancabile doppia mescola carboceramica nei diametri di 398 e 380mm rispettivamente all’anteriore e al posteriore. E’ una novità assoluta per il Marchio, è la prima auto a disporre di questa tecnologia che permette di avere un’egregia efficienza riducendo – e di molto – le masse in gioco. Anzi, per la XKR-S GT si parla di ben 21kg risparmiati. Per l’asse anteriore abbiamo pinze monoblocco a 6 pistoncini e a 4 pompanti al retrotreno. E’ anche grazie all’introduzione della tecnologia Pre-Fill che si riesce a ridurre sensibilmente lo spazio di frenata. Questo sistema mette in pressione l’impianto frenante non appena  il conducente solleva il piede dal pedale del gas. I cerchi in lega forgiati sono da 20 pollici e calzano pneumatici Pirelli Corsa da 225/35 davanti e 305/30 dietro.

jaguar-xkr-s-gt_13

La carrozzeria come già scritto dimostra sin da subito le intenzioni di questo prodotto, abbandonando l’english understatement in favore di una veste più… ehm… “estrosa”! Non che sia brutta, ma quel alettone in carbonio è duro da mandar giù! Alettone che non ha funzione estetica ma realmente aerodinamica,  offrendo un carico aerodinamico che arriva fino a 145 kg. L’anteriore è impreziosito da uno splitter motorizzato, anch’esso in carbonio, che può avanzare di 60mm, assicurando il massimo carico utile, lavorando in combinazione con le lame poste sotto i fari. A completare il tutto, ci pensano i nuovi passaruota e l’estrattore posteriore. Tutto questo per una coupè che raggiunge il tetto dei 300 km/h con uno 0/100 km/h di 3,9 secondi!

jaguar-xkr-s-gt_20

Gli interni sono… va beh, stupendi ma sprecati per l’uso ludico di quest’auto. Certo che un rollcage, uno staccabatteria e un estintore ci avrebbero fatto più felici ma stiamo comunque parlando di una Jaguar! Sicuramente il buon Chris Harris non perderà tempo per recensirla…. non ci rimane che aspettare di vedere la video prova per gustarcela in movimento e godere del latrato del V8 sovralimentato. Chissà se mai ne incontreremo una in pista!