Top Performance!

0
511

Quando ottenere il massimo è l’unica cosa che conta.

WIP_Impreza_02-foto-by-MAX-ANT

– “perché non farla?” – E’ così che abbiamo conosciuto il vero Matteo. Il proprietario di questa Impreza 02 è una vecchia conoscenza per chi ci segue. Per chi si avvicina per la prima volta a Track|FEVER, beh… benvenuti, mettevi comodi e sgranate gli occhi insieme a noi. Matteo lavora in IPKarting, l’Azienda veronese che realizza kart da competizione col proprio nome e per conto della Praga Karting. Già già già… il kart Campione del Mondo 2012, nasce in Italia. Anzi la progettazione e lo sviluppo son passati anche sotto le mani del nostro amico.

WIP_Impreza_02-013

– “perché non farla?” – E’ con tutto l’entusiasmo di questo Mondo che Matteo rompe il ghiaccio e mira al nocciolo della discussione. Chiaramente è consapevole che quest’auto va davvero oltre rispetto le preparazioni cui siamo abituati – in Italia – ma ha le conoscenze per farlo, amici che lo supportano in questo progetto e quindi… perché non farla?

WIP_Impreza_02-012

Top performance è il motto di questa realizzazione. Partire da un’eccellente base di partenza, l’Impreza, e portarla all’estremo. Via tutto quello che non serve. E non ci si limita alla radio, vetri elettrici e il divano posteriore. Naa rimarrebbe comunque troppo peso! Via tutto il materiale insonorizzante, l’impianto elettrico dev’essere dimezzato e i vetri sostituiti nel più leggero lexan. Per farla breve, rimane solo quello che è strettamente necessario per far funzionare l’auto. Il resto è peso inutile, che grava tutto sulla dinamica di guida e ovviamente sul cronometro.

WIP_Impreza_02_cavi

Ma non è tutto. Anche l‘S2000 di Marcello che vi abbiamo mostrato è stata alleggerita. Anche l’AD Spec che presto vi mostreremo è un peso piuma (cos’è AD Spec??? Lo scoprirete… lo scoprirete…), cos’ha di speciale questa Impreza? In tanto l’approccio è più scientifico e ragionato. E mai avremmo creduto di scriverlo! Togliere peso è stato il primo, facile, passo da fare. Smontare il motore e prepararlo a modo idem. Ma non abbiamo scritto un’eterna introduzione per degli interventi che potremmo definire di routine – con le dovute proporzioni eh -. E che cavolo, siamo mica venditori di fumo, quelli li trovate altrove!

WIP_Impreza_02-025

Grazie all’aiuto di Roberto Planesio, della Vectorin di Torino, la carrozzeria è stata scansionata e renderizzata in 3d al pc. Questo procedimento permette di avere una fedele copia della vettura e consente di studiarne l’efficacia aerodinamica.

WIP_Impreza_02-slide

Quest’auto riceverà verosimilmente il fondo piatto, un frontale rivisto, un’ala alta in carbonio e l’immancabile estrattore. Ma ci sono molte altre strade che Matteo vorrebbe esplorare, come ad esempio sfruttare parte dei gas di scarico per pulire i flussi aerodinamici che attraversano il retro dell’auto.

WIP_Impreza_02-diffusore

Eliminare pezzi inutili, modificare quello che c’è, ottimizzarne altri e quando possibile… riprogettare in toto interi componenti! Ad esempio per le sospensioni posteriori Matteo ha realizzato questa meraviglia…

WIP_Impreza_02-link

Via il vecchio e poco funzionale retrotreno e spazio ad una nuova configurazione costruita ad hoc per ottenere il massimo in pista. Certo, bisogna anche ringraziare la disponibilità di IPKarting che metterà a disposizione di Matteo le tecnologie per dar vita fisicamente ai componenti ma ragazzi cari… qui c’è davvero di che leccarsi i baffi!

WIP_Impreza_02-5

Una volta ultimata, Matteo non potrà usarla per appartarsi con la sua ragazza, difficilmente la sfrutterà per farsi le vasche in centro a Torino, ma correre con un vero e proprio prototipo ha sempre il suo fascino, senza dimenticare che se lo è fatto a proprio piacimento in casa! Armatevi di patatine e Tennent’s Super. Perché complice la grande disponibilità di Matteo, pubblicheremo costanti update e vedremo crescere insieme questo mostro da pista!