McLaren P1, nuova gallery

0
605

Adesso si ragiona! Altro che foto fatte in studio, la pista è il suo habitat!

McLaren-P1-1

Ma chi è il pazzo in McLaren che ha autorizzato la realizzazione delle vecchie foto di presentazione della nuova hypercar inglese?! Ve le ricordate? No? Buon per voi. Le avete stampate in testa e non riuscite a liberarvene? Tranquilli… basterà scrutare questa gallery per rimettervi in pace col mondo, ascoltare gli uccellini cantare posati sui rami degli alberi e aiutare gli anziani ad attraversare la strada.

McLaren-P1-2

L’erede dell’indimenticabile F1 sfrutta questi scatti per mostrare le sue linee mozzafiato. Devo avere ammenda, appena vista la prima volta mi son son cascate le braccia. E non solo quelle. Poi però a riguardarla meglio.. beh è davvero un’opera d’arte! A differenza della Mp4-12 che non si può proprio guardare.

McLaren-P1-3

Immortalato nel noioso circuito del Barhain, il prototipo della P1 è impegnato in una lunga campagna promozionale che toccherà le località dove ci si aspettano i maggiori numeri di vendita. In attesa della presentazione definitiva, prevista per il 7 marzo, durante il Salone dell’Auto di Ginevra.

McLaren-P1-4

Tutti noi conosciamo la meticolosa attenzione ai dettagli, la spasmodica ricerca della leggerezza del Costruttore inglese, che non stupisce l’ampio uso di materiali leggeri. Curioso per una hypercar invece, è la configurazione dell’abitacolo. Siamo abituati alle Bugatti Veyron, alle strepitose Koenigsegg con i loro abitacoli degni di una suite che vedere lo scarno posto abitacolo della P1 ci riempie di gioia e strappa un sorriso. Niente materiale fonoassorbente, niente comfort, niente sedili riscaldabili o navigatori col bluetooth. Niente. Pura leggerezza!

McLaren-P1-9

I sedili sono fissi e realizzati secondo le specifiche del pilota. Pesano 10 kg l’uno e hanno solo 4° di regolazione dello schienale. Lo stretto indispensabile per riporre il casco nella nicchia ricavata alle spalle degli occupanti. Fantastico.

McLaren-P1-11

Per conoscere tutti i dettagli di quest’auto occorrerà aspettare ancora un mesetto, quel che è certo è il travaso di tecnologie con il mondo della Formula 1. Il kers è figlio del sistema utilizzato nelle competizioni, l’ala posteriore lavora come il dsr in gara. Si ritrae per raggiungere la massima velocità, per poi variare la propria angolazione nei tratti guidati. In caso di frenata poi, funzione come aerofreno.

 

Ricordate, dal 7 al 17 marzo a Ginevra verrà presentata in veste ufficiale e scopriremo finalmente tutto quello che c’è da sapere sulle doti dell’anti Ferrari F… come si chiamerà, che verrà presentata…. toh al Salone di Ginevra il 7-17 marzo! La guerra tra i due Costruttori per la miglior hypercar è già iniziata!