Grand Am 2013: Silvana Di Feo

0
655

Che donna! Lo scrivo, lo sottoscrivo e già che ci sono, per non perdere le buone abitudini, lo riscrivo! Che donna Silvana!

Vi avevamo promesso di tenervi aggiornati parlandovi dell’avventura Grand Am 2013 del Team McMahon e vogliamo aprir le danze iniziando proprio da Silvana! Un gesto di cavalleria? Certo, ci mancherebbe. Ma non solo. Anzi.

Avete presente la pubblicità delle batterie Energizer? Con la loro carica super potente?! Perfetto. E la botta di adrenalina che vi dà una Monster ghiacciata?! Incredibile vero?! Eppure, rispetto all’energia e alla vitalità di Silvana non sono niente. Parola mia. Sono bastate qualche mail e un paio di telefonate con lei per essere iperattivo tutto il giorno! 

 

Eh lo so… vi conosco. Appassionati e maliziosi. Può sembrare una sviolinata nei confronti di un’amica pilota, ma non è così. Bisogna conoscere Silvana per capirlo. Che poi, ok l’entusiasmo, ok la passione, ma la nostra ci sa fare davvero al volante! E’ palese a tutti che il Motorsport sia una disciplina prettamente maschile ma fortunatamente le cose stanno cambiando. Se fino a qualche tempo fa’ i rally rappresentavano quasi l’unica valvola di sfogo per le appassionate e solitamente nel ruolo di navigatrici, oggi i campi di gara si tingono sempre più di rosa. E con ottimi risultati, pensate solo alle giovani Francesca Linossi e Alessandra Neri. O all’espertissima Valentina Albanese. Tanto forte e bella che a metà degli anni ’90, ai tempi dell’esordio nella Saxò Cup, molte riviste di settore facevano a gara per dedicarle un articolo.

E arriviamo alla nota dolente. Avere una donna nel team fa’ notizia. E le notizie portano quella popolarità che fa ben felici gli sponsor. Pubblicità aggratis. Prima ancora di scendere in pista. E questo non può che rappresentare un male perché ci sarà sempre qualche idiota che se ne esce con “se va beh è lì solo perché è gnocca”… poi guardi le classifiche e ti accorgi che, ad esempio, a Vallelunga lo scorso anno nell’unica partecipazione stagionale, Valentina Albanese a bordo di una Seat Ibiza nell’omonima Cup, le ha cantate a tutti i maschietti presenti. Che la Cerruti per farsi le ossa ha guidato una C63 AMG nella Superstars, vincendo e andando a podio e quest’anno corre con la (bellissima) BMW Z4. E sta ben figurando! Al punto da aggiudicarsi un sedile nella scorsa 24 Ore di Spa. Corsa sotto il diluvio, senza sbagliare niente. E la nostra Silvana?

Ve lo abbiamo scritto, ha il piede destro che funziona come l’interruttore della luce di casa. On-Off. Non ci sono mezze misure, o dai gas o dai gas, parzializzare non esiste. E il suo curricolum sportivo parla chiaro! Volete un assaggio?

Eccovi serviti:

2008 CIM NORD 3 ASSOLUTO GT
2008 Campione Italiano GTM CIVM GT2 2000 c.c.
2008 Coppa dame ad aexequo
Coppa Dame CIVM 2005
Campione Italiano CIVM 2005 gruppo GT 2000
Campione Europeo Montagna 2005 gruppo GT
Campione Italiano CIVM 2004 Gruppo A Diesel
Coppa Dame CIVM 2004
Campione Italiano CIVM 2003 Gruppo N Diesel

Campionati CIVM, mica la play station come me! A impressionare è soprattutto un dato importante, il debutto nelle competizioni è avvenuto nel dicembre 2001 con un go kart! Nel Kartodromo di Kinisia, in Sicilia, alla prima assoluta, pronti via e arriva terza. 2 anni dopo si è laureata Campionessa per la prima volta. Se non è talento questo!

Ed è con questi numeri che si merita un posto nel Team McMahon per il prossimo anno. Se volete approfondire un po’ la conoscenza con Miss piede pesante e prepararvi a tifare per lei il prossimo anno, vi consigliamo di visitare il suo sito web. Ovviamente tenetevi pronti per tutte le altre news che via via pubblicheremo!

Ps, no tranquilli, il casco raffigura la bandiera dell’Argentina, il Paese natio di Silvana, il calcio non c’era niente!! ahahahaah