Track|FEVER

THE ULTIMATE CRAZY DRIVERS

Tagliare il traguardo

…ad ogni costo! Il video che vi proponiamo ha come sfortunato protagonista il Team VDS Racing, impegnato domenica scorsa alla 24 Ore di Spa con una rossa Ford Mustang #84. Condotta al traguardo da José Close, il grosso V8 americano si è ammutolito a pochi metri dal traguardo rimanendo senza benzina!

La storia del Motorsport ci ha raccontato spesso di piloti che hanno concluso la corsa spingendo la propria auto. L’episodio più celebre è sicuramente quello accaduto in F1 a Nigel Mansell a Dallas nel ’84. Caduto a terra stremato dopo aver spinto la sua Lotus rimasta senza benzina riuscì a conquistare un prezioso punto Mondiale.

E prima ancora nel ’66 alla 12 Ore di Sebring, questa volta protagonista Dan Gurney, alla “guida” di una…. GT 40! L’auto si ammutolì quando mancavano 2 minuti allo scadere della 12esima ora di gara.

Poveri ragazzi, non è bastato correre per 2, 12 e addirittura 24 ore… tocca loro anche scendere e farsela a piedi. Anzi, a spinta! Nella sfortuna, solo a Mansell tutto sommato è andata bene. Mansell infatti tagliò il traguardo in sesta posizione e portò a casa 1 punto.    Close da come vediamo nel video, non è riuscito a smuovere la Mustang ed è stato costretto ad arrendersi. Il Team è stato comunque classificato in 38esima posizione assoluta, settimo di classe GTR. Altra beffarda sorte è capitata a Gurney. Lui riuscì a tagliare il traguardo ma venne squalificato perché il nuovo regolamento per le gare Endurance prevedeva che l’auto dovesse tagliare il traguardo con il motore in funzione. L’aspetto comico, per quanto bastardo, è che il regolamento venne modificato proprio a causa di Gurney! Nel 1962 Dan corse alla 3 ore di Daytona. Grazie alla sua bravura dominò l’intera gara e a pochi minuti dal termine, mentre stava per affrontare l’ultima curva sopraelevata, la sua Lotus si fermò per problemi al motore. Consapevole del consistente vantaggio accumulato sugli inseguitori e con una freddezza davvero ammirevole, decise di parcheggiare l’auto nella corsia più esterna e aspettare che scadessero le 3 ore previste. Dopodiché gli bastò semplicemente mollare il freno e sfruttando la pendenza riuscì a passare sotto la bandiera a scacchi per primo e vinse la corsa!

Altri tempi, altre storie!

Share:Email this to someonePin on PinterestTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Digg thisShare on TumblrShare on LinkedIn

Leave a Reply